Ruthy alon definisce la “Neurological Diplomacy”

Diplomazia neurologica

Ruthy alon definisce la “Neurological Diplomacy” un insieme di strategie del Metodo Feldenkrais. Può consistere nel creare intenzionalmente , “copiare”, con le parti che si muovono più facilmente le difficoltà che si hanno con le parti corrispondenti dell’altro lato; oppure rendere uguali i movimenti dei due lati, riducendo quello della parte più libera o anche creare una difficoltà intenzionale nella direzione più facile. E’ molto potente anche usare le stesse modalità tramite l’immaginazione dei movimenti.

SCIENZA CATEGORIE

  • TUTTO
  • abitudine
  • filo ontogenesi
  • funzionalità e schemi corporei
  • invezione
  • mentecorpo
  • multidisciplinarietà
  • neuroplasticità
  • ovvio elusivo
  • percezione
  • postura
  • processi
  • selfimage
  • sensomotorietà
  • sopravivenza
Il Metodo Feldenkrais è un’originale sintesi di biomeccanica
La legge di Weber-Fechner.
Penso che l’unità mente e corpo sia una realtà oggettiva
Norman Doidge. Le guarigioni del cervello
Il patrimonio umano.
Apprendimento organico e la via della sensomotorietà.
La autoimmagine.
Anatomia funzionale e schemi motori
Il Metodo Feldenkrais tramite un approccio sistemico
Acquisire nuove abitudini e imparare ad aggiornarle.
Il potere dell’invenzione.
Il movimento è vita
Mantenersi conservarsi riprodursi